Questo sito utilizza cookie tecnici per scopi di analisi dei navigatori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni, o per modificare le preferenze leggi le Condizioni d'Uso.

Venerdì, 10 Giugno 2011 15:11

Stop Malaria in Togo

La malaria è in Togo endemica e colpisce soprattutto i bambini sotto i 5 anni e le donne incinte.
Nonostante l’incidenza di questa malattia, prima causa di morbilità, solo il 15% circa dei bambini al di sotto dei 5 anni dorme protetto da una zanzariera.
I farmaci più comunemente usati per il trattamento sono ormai pressoché inefficaci.

La malaria in Togo è endemica e colpisce soprattutto i bambini sotto i 5 anni e le donne incinte. Nonostante l’incidenza di questa malattia, prima causa di morbilità, solo il 15% circa dei bambini al di sotto dei 5 anni dorme protetto da una zanzariera.

I farmaci più comunemente usati per il trattamento sono ormai pressoché inefficaci. Per saperne di più clicca qui.

Nonostante la malaria sia una malattia molto diffusa non si è sviluppata in Togo una cultura di prevenzione e di cura adeguate. Le principali ragioni sono economiche e culturali; gli abitanti non sanno distinguerne i sintomi in quanto questi assomigliano molto a quelli di altri tipi di malattia: raffreddore, mal di testa, HIV.

Molto diffusi sono i medicamenti naturali che contro la malaria hanno ben poco potere, oppure gli automedicamenti. I togolesi assumono medicine di importazione, per lo più provenienti dalla Nigeria, e spesso contrabbandate, “per sentito dire”, senza alcun controllo medico e senza alcun criterio (nivaquine – paracetamolo – choloroquine – quinimax). Le cure risultano quindi per lo più inefficaci e spesso recano danni irreversibili per la salute.

Praticamente assente invece è l’uso della zanzariera impregnata, unico strumento di prevenzione della malaria.

Quest'ultima è una malattia curabile e, soprattutto, prevenibile.

La campagna Stop Malaria è iniziata in Togo nel agosto 2005 nel villaggio di Koveto, abitato da oltre 5000 persone.

Obiettivo della campagna è attivare una corretta prevenzione tra tutta la popolazione per ridurre il numero di ammalati e di morti.

Descrizione del progetto

Il progetto si svilupperà in diversi quartieri dei seguenti villaggi: Koveto, Agou, Koudassi, Vodge, Loomè e Lomè

Passi previsti:

  • Sensibilizzazione della popolazione locale sui comportamenti per prevenire la malaria e riconoscerne tempestivamente i sintomi, cosicché essi stessi si facciano a loro volta promotori e diffusori della campagna di prevenzione giungendo all’auto-organizzazione. Attraverso il coinvolgimento di operatori sanitari locali, si formano dei gruppi di volontari che ricevono una formazione sanitaria di base che sarà trasmessa casa per casa.
  • Censimento della popolazione, attraverso un’inchiesta allo scopo di quantificare i soggetti più a rischio, nello specifico, donne incinte e bambini sotto i 5 anni.
  • Distribuzione su larga scala di zanzariere impregnate di insetticida, dando la precedenza alle famiglie dove siano presenti soggetti più a rischio e monitoraggio sul corretto uso delle zanzariere attraverso visite periodiche alle famiglie.
  • Coinvolgimento delle comunità per il miglioramento della situazione ambientale (pulizia periodica del villaggio, eliminazione delle acque stagnanti, protezione delle case dalle zanzare, ecc.)
  • Creazione di un dispensario, formazione di personale qualificato nel villaggio,sostegno per la distribuzione di farmaci efficaci e a prezzo ridotto.

Maggiori informazioni sulla campagna Stop Malaria

 

Informazioni aggiuntive

  • Oggetto: Stop Malaria In Togo
  • Codice: TOG002
  • Luogo: Lomé e diversi villaggi del Togo
  • Paese: Togo
  • Costo: 8 euro per una zanzariera
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Stato progetto: Chiuso
Ultima modifica il Martedì, 27 Maggio 2014 21:22

Newsletter

Per essere sempre informato
sulle attività e sui progetti di
UnAltroMondo Onlus