Questo sito utilizza cookie tecnici per scopi di analisi dei navigatori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni, o per modificare le preferenze leggi le Condizioni d'Uso.

La CARD del Sostenitore


Sono 1,5 milioni i cittadini italiani impegnati nel Sostegno a Distanza e ForumSaD Onlus (Forum permanente per il Sostegno a Distanza) ha voluto dare un riconoscimento proprio a coloro che sono impegnati concretamente nella costruzione di un mondo solidale.

La Card del Sostenitore nasce nel 2011, con le iniziative di ForumSaD Onlus ed il Patrocinio del Comune di Roma, città che ospita ben il 10% dei sostenitori italiani, per dire grazie alle persone impegnate nel Sostegno a Distanza.

La Card del Sostenitore si afferma nel 2012 come strumento di Rete che mette in collegamento chi fa sostegno a distanza, con di chi fa volontariato, con le associazioni, gli esercenti solidali (Botteghe Equo-Solidali, Agriturismi Biologigi , Agenzie di Turismo Responsabile, Musei, Librerie, etc.) e le istituzioni impegnate nella solidarietà internazionale,dando vita a eventi, campagne solidali e ad altre sinergie che rafforzano e sviluppano le azioni dei singoli aderenti.

Nel 2013 la Card viene estesa a livello Nazionale e le adesioni delle Reti del commercio equo, del turismo responsabile e delle organizzazioni come Agices, Aitr, Libera, e la Fondazione Roma Solidale rendono la Card del Sostenitore sempre di più uno strumento nuovo, fatto di scambi, di esperienze, conoscenze e nuove collaborazioni solidali.
OBIETTIVO GENERALE   È mettere in rete, rafforzare e sviluppare tutti i soggetti impegnati in uno stile di vita ed in attività di solidarietà e cooperazione internazionale.

 OBIETTIVI SPECIFICI:  
- promuovere il sostegno a distanza e le altre forme di solidarietà internazionale;
- rafforzare il mondo del commercio equo e le altre forme di economia etica e sostenibile;
- sviluppare la cultura della mondialità e del rispetto dell'uomo e dell'ambiente;
- valorizzare il volontariato e le buone pratiche delle persone solidali.

La comunità o il bambino che beneficia dell' intervento del Sostegno a Distanza deve continuare a garantirsi un futuro giusto ed equo, in cui tutti gli sforzi atti a rendere un cittadino istruito e sano possano quindi continuare a farlo vivere in un mondo dove il commercio non sia sfruttamento e dove si garantiscano i risultati raggiunti dal sostegno a distanza.

Per saperne di più

Newsletter

Per essere sempre informato
sulle attività e sui progetti di
UnAltroMondo Onlus